La ricerca di Francesco Addati si fonda sullo studio del paesaggio sonoro del suo territorio d’origine, il Mediterraneo.
Nel 2011 esce il suo primo disco “This Is Where It Began” edito per We Have No Zen (Ukraine net-label).
Gli anni successivi sono dedicati alla ricerca (extract).
Nel 2014 è invitato da Exposed Project e Careof a partecipare al progetto “Sinfonie Urbane”, per cui produce,  
durante un periodo di residenza, la performance “Polvere” utilizzando field recordings raccolti nei dintorni del cantiere di Expo 2015 a Milano.
Le fatiche degli ultimi anni vedono la luce in un Concept Album in cassetta e digital release dal titolo:
QUI” edito per Voolcano Harmonix etichetta indipendente napoletana.
Dal 2011 è parte del collettivo “Ne Travaillez Jamais”.


︎